mercoledì 6 luglio 2011

La teoria del colore

Ciao a tutti
Girando per negozi ho notato che moltissime persone che decidono di dedicarsi ad un hobby comprano in gran quantità e a qualunque prezzo un sacco di cose di cui potrebbero fare tranquillamente a meno.
Facciamo qualche esempio: io non uso stampi né attrezzi. Tutto quello che faccio è realizzato a mano, al massimo con l'ausilio di qualche stuzzicadenti per fare i buchini o le scanalature ed un pennello ( da quattro soldi, l'importante è che non perda peli ) per passare il lucido.
Una delle cose per le quali vedo spendere delle vere e proprie fortune sono i colori. Che siano tempere o olii o acquerelli vedo riempire i carrelli con tutte le sfumature possibili e immaginabili.
Ragazzi: non serve!!!

Se imparerete la teoria del colore riuscirete a fare tutto, ma proprio tutto, con solo 3 colori ( 4, se aggiungiamo il bianco… 5 se decidiamo di comprare anche il nero ).

Non ci credete? Leggete qua!

Innanzitutto, dovete sapere che fra i sette colori dello spettro solare 3 sono primari, cioè non ottenibili mescolando altri colori: il magenta, il giallo e il blu.

Mescolandoli tra loro si ottengono i restanti quattro:

blu + giallo = verde

magenta + giallo = rosso

blu + magenta = viola

Partendo da questa base possiamo fare davvero di tutto! Ad esempio, rosso + giallo = arancione.

Provate, ad esempio, a modificare un rosso: partendo dal centro, che deve essere di colore rosso "puro" ( giallo e magenta in parti uguali ) aggiungendo pian piano del bianco colorate la parte a sinistra del vostro rosso. Come noterete, il colore pian piano si "spegne" e vi ritroverete con dei rosa. Fate lo stesso alla destra del vostro rosso, aggiungendo pian piano del colore blu: state andando verso il viola passando per tonalità di rosso più scuro.

Dovete sapere, inoltre, che il nero in natura non esiste. Potete "farvelo" mescolando tra loro viola e giallo (viene fuori il "bistro", un colore molto scuro che serve a scurire i colori senza spegnerli come farebbe il pigmento nero ) oppure arancio e blu, oppure verde e rosso.

Il marrone si ottiene mescolando i 3 colori primari ( giallo, blu e magenta ). Si può schiarire o scurire aggiungendo nero o bianco, si può "scaldare con del magenta, "raffreddare" con del blu.

Provate a "giocare" un po', vedrete che bei risultati ( e che bel risparmio… )

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie!