martedì 19 aprile 2011

Acquerello

ciao a tutti
oggi vi presento il bozzetto di uno del murales che ho realizzato sulle pareti di casa mia.
Fedele alla preziosa arte del riciclo, diventerà un biglietto di auguri

è un acquerello su carta, un attimo di malinconia, uno scorcio di un villaggio in qualunque posto del mondo.


se vi piace e volete saperne di più...

adeliaelwakil@gmail.com

giovedì 14 aprile 2011

l'Arte del Riciclo. Orecchini collezione afro

...come al solito, le foto non sono il mio forte. Abbiate pazienza...

Anche questi sono orecchini fatti con pezzi riciclati, quindi sono modelli unici. Ho unito perle di vetro a elementi in legno e pasta di mais, metallo e quant'altro.
Per i nomi delle mie creazioni mi sono ispirata al mondo, come al solito.

Se vi piacciono e volete saperne di più...
adeliaelwakil@gmail.com
Brasile.. si lo so che non è in Africa, ma la componente black è molto forte!

Costa d'Avorio. Un omaggio a quella terra martoriata

Egitto. questi in realtà li ho già regalati ad una mia amica innamorata al primo colpo di  quei sonagli che tintinnano come le cavigliere delle danzatrici del ventre.. 

Nigeria.. c'ho lasciato il cuore VENDUTI!


Niger.  perla di vetro nero really chic!


Tunisia. perla azzurra come il colore dominante dei suoi vicoli

Mali. non so perchè ma questi orecchini mi ricordano un'amica dei tempi dell'università che veniva proprio da lì

Senegal. Quanto mi piacerebbe andarci...

lunedì 11 aprile 2011

L'arte del riciclo. Collana Boh

Vecchie collane, orecchini spaiati, braccialetti spezzati, resti di lavoretti… che farne?
Non mi piace buttare, non amo lo spreco. Se poi un’amica ti regala altri piccoli tesori la tentazione di dar nuova dignità a  tanti piccoli frammenti del passato è troppo grande.
Una collana che racchiude in sé tutte o quasi le perline che avevo a disposizione, sistemate – spero – con gusto.
la mia amica era senza parole (finalmente!), quindi si chiama "collana in stile boh" :o)

Se ti piace e vuoi saperne di più..
ciao!

L'arte del riciclo. Orecchini Inca

Vecchie collane, orecchini spaiati, braccialetti spezzati, resti di lavoretti… che farne?
Non mi piace buttare, non amo lo spreco. Se poi un’amica ti regala altri piccoli tesori la tentazione di dar nuova dignità a  tanti piccoli frammenti del passato è troppo grande.
Sempre lei, la mia amica, urugayana, ha deciso che lo stile è quello inca. Perline di legno di varie forme, cubi scolpiti e un disco di metallo.

Se ti piacciono e vuoi saperne di più..
ciao!

wow
li ho già venduti, ma se ti piacciono posso farli simili!

L'arte del riciclo. Orecchini Aztechi

Vecchie collane, orecchini spaiati, braccialetti spezzati, resti di lavoretti… che farne?
Non mi piace buttare, non amo lo spreco. Se poi un’amica ti regala altri piccoli tesori la tentazione di dar nuova dignità a  tanti piccoli frammenti del passato è troppo grande.
La mia amica, urugayana, ha deciso che lo stile è quello azteco. Perline di legno di varie forme e un disco di metallo dall’effetto ipnotico.

Se ti piacciono e vuoi saperne di più..
ciao!

L'arte del riciclo. Orecchini Caramella

Vecchie collane, orecchini spaiati, braccialetti spezzati, resti di lavoretti… che farne?
Non mi piace buttare, non amo lo spreco. Se poi un’amica ti regala altri piccoli tesori la tentazione di dar nuova dignità a  tanti piccoli frammenti del passato è troppo grande.
Una mia amica ha detto che queste perle di legno color ciliegia sembrano proprio delle caramelle.. in effetti mi ricordano quelle collane di caramelline che, ancora oggi, attirano l'attenzione dei bambini sui banchetti delle fiere di paese.


Se ti piacciono e vuoi saperne di più..
ciao!

L'arte del riciclo. Orecchini Zen

Vecchie collane, orecchini spaiati, braccialetti spezzati, resti di lavoretti… che farne?
Non mi piace buttare, non amo lo spreco. Se poi un’amica ti regala altri piccoli tesori la tentazione di dar nuova dignità a  tanti piccoli frammenti del passato è troppo grande.
Perle di vetro bianche con disegni stilizzati in nero  e, all’improvviso, un riflesso di sole.

Se ti piacciono e vuoi saperne di più..
ciao!

L'arte del riciclo. Orecchini Cascata

Vecchie collane, orecchini spaiati, braccialetti spezzati, resti di lavoretti… che farne?
Non mi piace buttare, non amo lo spreco. Se poi un’amica ti regala altri piccoli tesori la tentazione di dar nuova dignità a  tanti piccoli frammenti del passato è troppo grande.
Perline di legno, i colori del cielo, tante piccole gocce d’acqua e un riflesso d’oro.


Se ti piacciono e vuoi saperne di più..
ciao!

giovedì 7 aprile 2011

Pasta di mais. Orecchini a forma di rosa

2 paia di orecchini a forma di rosa, uno più grande e uno più piccolo, realizzati su commissione.
carini vero?

Tutto, tranne il gancetto, è ovviamente in pasta di mais.


se ti piacciono e vuoi saperne di più

adeliaelwakil@gmail.com
ciao!

Pasta di Mais. La bambola Miss Lula

Vi ricordate le bambole delle nonne, quelle che se ne stavano sedute sul letto con i loro vestitini tutto pizzo e organa?
Ormai non le usa più nessuno ( oserei dire per fortuna ), ma ho voluto proporre una versione più moderna.

vi presento Miss Lula
che in arabo è un modo di rivolgersi alla persona amata.
questa bambolina ha appena  imparato a stare in piedi e ora pretende addirittura di imparare a guidare la macchina! l'ho fatta per mio marito così la appende allo specchietto retrovisore.
in realtà mi serve per tenere il maritino sotto controllo.. non si sa mai :o)

se ti piace e vuoi saperne di più

adeliaelwakil@g.ail.com

Pasta di mais. La bambola Miss Banana

Vi ricordate le bambole delle nonne, quelle che se ne stavano sedute sul letto con i loro vestitini tutto pizzo e organa?
Ormai non le usa più nessuno ( oserei dire per fortuna ), ma ho voluto proporre una versione più moderna.

.. poteva mai mancare una dolcissima banana alla nostra macedonia?

banana vuol dire proprio banana :o)




se ti piace e vuoi saperne di più..
ciao!

Pasta di Mais. La bambola Miss Battika

Vi ricordate le bambole delle nonne, quelle che se ne stavano sedute sul letto con i loro vestitini tutto pizzo e organa?
Ormai non le usa più nessuno ( oserei dire per fortuna ), ma ho voluto proporre una versione più moderna.

...profumo d'estate!
Battika in arabo vuol dire cocomero!
ma voi, per favore, non mangetevi la mia Miss Battika.. :o)




se ti piace e vuoi saperne di più...

adeliaelwakil@gmail.com

ciao!

Pasta di mais. La Bambola Miss Commetra

Vi ricordate le bambole delle nonne, quelle che se ne stavano sedute sul letto con i loro vestitini tutto pizzo e organa?
Ormai non le usa più nessuno ( oserei dire per fortuna ), ma ho voluto proporre una versione più moderna.

.. in questo periodo mio marito ha voglia di estate e di frutta.
Commetra in arabo vuol dire pera e Miss Commetra è proprio il nome adatto per questa bambola in pasta di mais!

se ti piace e vuoi saperne di più..

adeliaelwakil@gmail.com

mercoledì 6 aprile 2011

Pasta di mais: come si colora

Una volta fatto l’impasto, potete iniziare subito a lavorare. Io personalmente preferisco farlo riposare qualche ora perché mi sembra più malleabile. A questo punto però dovete fare la prima scelta: colorare direttamente la pasta oppure rifinire il pezzo asciutto.

Consigli per una perfetta pasta di mais

Se avete seguito per benino la ricetta che vi ho dato, l’impasto dovrebbe essere venuto decente. Ad ogni modo, nessuno è perfetto quindi eccovi qualche suggerimento utile per le prime volte..

Come si fa la pasta di mais

Lo so, la rete è piena di ricette e consigli per fare la pasta di mais
Ma poiché la pigrizia è sempre in agguato, vi risparmio la fatica di cercare :o)

martedì 5 aprile 2011

i miei murales

Cosa fare quando, in un afoso pomeriggio d’estate, le pareti bianche di un appartamento sembrano sfidarvi?  

Le mie se ne stavano lì, belle immacolate tinteggiate di fresco, un vero peccato farci un buco, no?
E poi le cornici costano… e fa caldo per gli acquerelli..

Senza neanche sapere come, ci si ritrova con pennelli e colori e una striscia di nastro adesivo per de”limitare i danni”…

Così sono nati i miei murales.

Pasta di mais. I miao




Ecco dei gattini dall'aria furbetta, sempre in pasta di mais dipinta a mano. Nella foto non si vede, le zampine sono dipinte anche sotto.

Se vi piacciono e volete saperne di più..


ciao!

Pasta di mais. I bau




Teneri cagnolini in pasta di mais dipinta a mano cercano casa!

Se vi piacciono e volete saperne di più..


ciao!

Pasta di mais. Anello sfizioso. VENDUTO




Questo anello è stato realizzato con palline in pasta di mais colorate con tempere una volta asciutte e filo metallico.
Ho preferito i toni della terra ma, ovviamente, tutto si può fare!

Se vi piace e volete saperne di più..


ciao!

Ringraziamenti


Queste immagini sono state scattate da un'amica per pubblicizzare un po' i miei lavoretti. Pubblicarle è il mio modo per ringraziarla.







Pasta di mais. La bambola Miss Mischmisch

Vi ricordate le bambole delle nonne, quelle che se ne stavano sedute sul letto con i loro vestitini tutto pizzo e organa?
Ormai non le usa più nessuno ( oserei dire per fortuna ), ma ho voluto proporre una versione più moderna.

Questa piccolina se ne sta seduta come una signorina per bene con un cestino di rose tra le mani, anche se l’aria un po’ impacciata fa capire che preferirebbe giocare in un prato col suo cagnone.
Il capelli ed il vestitino sono stati realizzati con pasta già colorata, il resto è stato dipinto una volta asciugatasi la pasta di mais.
E’ alta circo 10 cm e sta seduta su qualsiasi ripiano.
Mischmisch in arabo vuol dire albicocca. È il nome che le ha dato mio marito quando l’ha vista.

(Ammetto che le foto sono bruttine e che, avendo i capelli neri, fotografarla seduta sul pc nero non è stata proprio una genialata. Le prossime saranno migliori, giuro).

Se vi piace e volete saperne di più..


ciao!

pasta di mais. Il leoncino

Un leoncino per niente convinto di dover sfoderare le unghie!
Il naso è stato realizzato con pasta già colorata, il resto è stato dipinto una volta asciugatasi la pasta di mais.
E’ alto circo 5 cm

Se vi piace e volete saperne di più..


ciao!

pasta di mais. La famiglia dei ricci

Mamma Papà e pargoletto per questa famigliola un po’ arruffata.
Il pancino e le zampe sono state realizzate con pasta già colorata, il resto è stato dipinto una volta asciugatasi la pasta di mais.
Sono alti dai 4 ai 2.5 cm.

Se vi piacciono e volete saperne di più..


ciao!

pasta di mais. Le giraffe

Ecco qui le mie giraffine, tenere tenere con gli occhioni blu e le macchie arancioni.
La qualità della foto non è delle migliori, ma non sono tanto brava..
Ad ogni modo, le macchie e le zampotte sono state realizzate con pasta già colorata, ho preferito colorare il corpo una volta asciutto con una tempera color crema per dare un effetto più leggero.
Sono alte circa 10 cm.

Se vi piacciono e volete saperne di più..


ciao!


lunedì 4 aprile 2011

pasta di mais. il mio panda

Amo creare, amo fare. Non sempre mi riesce però non riesco proprio a stare con le mani in mano.
Vi presento alcuni dei miei lavoretti in pasta di mais.
Di ricette della pasta di mais ce ne sono ovunque in internet, io mi trovo bene col vinavil tappo blu, maizena e un po’ di crema per le mani per lavorare il tutto fino a renderlo morbido ed elastico.
A seconda di ciò che devo fare, coloro già l’impasto con le tempere oppure attendo che il pezzo si asciughi e aggiungo i dettagli. Dipende un po’ da ciò che volete fare. È più difficile da spiegare che da fare, quindi man mano che posterò i miei lavori noterete la differenza: se colorate a lavoro asciutto dovete sapere che il colore risulterà più “trasparente” e, spesso, si ottengono effetti che a me piacciono molto.
Da qualche tempo le mie creazioni sono in vendita, ho cominciato con amici e colleghi e ora spero di allargare i miei orizzonti.


Cominciamo dal panda



È realizzato in pasta di mais, parte già colorata in partenza e parte dipinta una volta asciutta.


Se volete maggiori informazioni o volete sapere come si fa scrivetemi:

ciao!

La famiglia è la famiglia!

Orgogliosi di non avere un pedigree!
Veniamo tutti dalla strada, ognuno con la sua storia più o meno tragica, e viviamo tutti assieme come fratelli, senza distinzioni di razza, nascita e ceto. Proprio come voi umani, no?

Minni

È la mia micia più anziana: ha quasi venti anni e qualche acciacco, ma guai a sottovalutarla! Dolcissima con me e terribile con il resto del mondo, ama dormire bella comoda sul cuscino. La sera, prima di coricarmi, devo prepararle il “lettino” sopra la mia testa: praticamente dormo coi piedi fuori dal letto. Lavoriamo assieme e mi da un sacco di consigli, ma questo lo vedrete al prossimo post!



‘O Raiss


Fino a poco tempo fa era il maschio dell’harem. Anche lui quasi ventenne, se la prende moooolto comoda. Sonnecchia tutto il giorno, mangia e cerca di sedurre le donzelle della casa, ormai con scarsissimi risultati!







Fusibile

La “fusa” di casa. È l’unica che non viene dalla strada ma è la più folle di tutti, sempre con gli occhi sgranati e pronta alla fuga. Beve solo acqua fresca, direttamente dal rubinetto! Dimenticavo: ha “solo” 17 anni!







Fahres


Il mio gatto-palla! È il cucciolo, ha solo 3 anni, ma ha una bella stazza, non trovate? È talmente ingordo che dorme al massimo mezzora, poi si sente deperito e corre a mangiare!










Signor Bi


Poteva mancare un cagnone? Naaaaaaaaaaa!
Ecco il Signor Bi, 17 anni di tenerezza. Un cane troppo buono, che non litiga mai, che si fa tormentare dai bambini. Un tesoro, davvero!






Meglio tardi che mai!

ciao a tutte e a tutti
finalmente anche io ho il mio blog
meglio tardi che mai, no?!
piano piano lo riempirò di contenuti
per ora

... ciao!